preventivo immediato
0734.278024
0734.671500

da lunedì a domenica
09:00 - 19:00

Seguici su Facebook

 
Isciviti e resta aggiornato sulle super offerte! Umbria

Viaggiare informati...

autostrade treni

Hai una struttura turistica?

Contattaci per essere inserito
Centro Prenotazione
0734.278024 o 0734.671500
Da lunedì a domenica 09.00 - 19.00
seguici anche su:
Sei in: 

offerte Villaggi Italia » offerte villaggi Umbria

Cerca la tua vacanza
Siamo spiacenti ma non ci sono offerte disponibili in questa pagina.
Vacanze Umbria
... per saperne di più ...

L'Umbria, oltre alla Lombardia e al Trentino Alto Adige, è circondata da altre regioni e non ha sbocchi sul mare. Ma non per questo non vale la pena di visitarla, anzi l'Umbria è una terra stupenda.
Ricca di storia ed immersa nel verde. Numerosi i parchi: troviamo il Parco del monte Cucco, il Parco del monte Subasio, il Parco del Lago Trasimeno, il Parco di Colfiorito, il Parco fluviale del Tevere ed il Parco fluviale del Nera. Senza dimenticare il suggestivo Parco nazionale dei Monti Sibillini che condivide con la vicina Marche.
Da visitare la Basilica di Assisi, dove si possono ammirare gli splendidi affreschi di Giotto, Cimabue, Lorenzetti e Simone Martini.
Da vedere anche i numerosi monasteri che hanno fatto la storia e la cultura della religiosità: San Pietro, Sassovivo, Santa Maria di Valdiponte, San Benedetto del monte Subasio, San Salvatore di Monte Corona e l'abbazia di Petroia.
Tutti sanno che proprio ad Assisi è nato san Francesco (1182-1226) e santa Chiara sempre del XIII secolo.Come indicata dal suo stemma, importante e seguita la Festa dei Ceri. Infatti tra le manifestazioni, che si svolgono numerose, la più famosa è la Festa dei Ceri.
Si svolge a Gubbio il 15 maggio in onore di Sant'Ubaldo Baldassini (Patrono di Gubbio). La prima domenica di maggio, dalla Basilica di S. Ubaldo, i Ceri sono portati orizzontalmente fino a Gubbio.
Belle le immagini dei bambini che siedono cavalcioni sui ceri. Ogni Cero è coronato dalla statua del rispettivo santo: Sant'Ubaldo, San Giorgio e Sant'Antonio.
Questa discesa viene fatta di corsa, ma la difficoltà non è solo questa, oltre al peso dei Ceri (circa 300 kg ciascuno), è il percorso che i deve fare e i cambi tra i ceraioli in corsa.